I Démodé, pocket-size orchestra, sono sei giovani musicisti del Friuli-Venezia Giulia. Suonano musica strumentale: il loro è un crossover fra jazz, progressive, folk, rock, musica da film, ispirazioni classiche e popolari.

Andrea Zampieri: clarinetto • Francesco Zanon: violino • Claudio Colaone: sassofoni
Luca Laruina: pianoforte • Carin Marzaro: basso • Alberto Zenarolla: batteria.

L’idea nasce nel 2005 ma il progetto si consolida nel 2009 con la partecipazione al festival Italia Wave e l’uscita del primo omonimo EP contenente quattro brani.
Nel 2011 partecipano e vincono Musica nelle Aie, il più grande folk festival d’Italia, dove una giuria di critica specializzata li premia per “l’originalità, l’ottima padronanza tecnica e per la bravura nel mescolare jazz, influenze balcaniche e folk progressive”.
A settembre 2011 è uscito “Le Parole al Vento” il primo full-lenght del sestetto, registrato presso il celebre studio Artesuono di Stefano Amerio. Fino al 2014 l’attività live prosegue intensa fra festival, club e manifestazioni.

Il 10 maggio 2015 esce “ISON”, il terzo lavoro in studio: il sound del sestetto è diventato più contemporaneo e maturo, alternando brani che vivono ora di atmosfere più riflessive e notturne, ora più cristalline e lievi, pur mantenendo il timbro riconoscibile e peculiare.


ENG:
Démodé is a pocket-size orchestra, a six young musicians ensemble who stand out because of their original compositions. Their instrumental music sounds as a crossover between jazz, prog, cinematic and contemporary inspirations, setting up, through acoustic sounds, a very personal imagery which melts in various contaminations and combinations.